Juve Next Gen, Zeman: “Ho smesso di tifare Juve, quando mi batterono per un gol in fuorigioco e capii che non si poteva competere”

Nella consueta conferenza stampa, a margine di Juve Next Gen – Pescara, Zeman risponde alle domande sul prossimo avversario e chiarisce un dettaglio sulla sua antica passione per la Juventus.

Per quanto riguarda la qualità della Juve Next Gen, Zeman afferma che la classifica non rispecchia il loro reale valore.

”Hanno un alto tasso tecnico, dobbiamo essere aggressivi e non lasciargli il pallino gioco. Hanno talento e anche se sono giovani, se gli concedi spazi ti fa nno neri”

Nel resto della conferenza confessa la sua insoddisfazione per i recenti allenamenti, difficoltosi per infortuni e covid, poi risponde ad una domanda sul suo tifo giovanile per quella che è diventata la sua rivale di sempre, la Juventus.

”Se tifo Juventus? L’ho tifata per anni, credo fino al 1974. Poi ho perso contro di loro per un gol irregolare in fuorigioco, segnò Schillaci e ho capito che non si poteva competere”

Zeman si riferisce alla partita Foggia-Juventus del settembre 1991, dove i Satenelli del Boemo con il tridente Signori-Baiano-Rambaudi mise in seria difficoltà la Signora allenata da Trapattoni. Il racconto nel servizio del grande e storico Beppe Capano.

SALVIO IMPARATO

207

Zeman: “Juventus? Anche quando sto zitto, per i media resto contro”

Dopo la bella vittoria a Picerno per 0-3, Zeman risponde ad una domanda sulla Juventus, dopo le sue non parole sulla restituzione dei punti.

È uno Zeman contento solo per il risultato, quello visto nella conferenza post Picerno-Pescara vinta 0-3 e che ha consentito il delfino di affrontare i playoff da terzi classificati.

“Bisogna migliorare – dice il Boemo – c’è un problema di continuità, che la squadra non riesce a trovare. Smette di giocare di squadra e cerca più di giocare sulle individualità. Dobbiamo lavorare su questo.”

Queste le sue parole sull’ultimo match di campionato, poi parla della Juventus. Ecco la nostra domanda.

Mister menomale che aveva premesso di non sbilanciarsi sulla restituzione dei 15 punti alla Juve, le sue parole hanno già scatenato i titoli Zeman contro la Juve.


“Quando resto zitto per i media pure resto contro qualcuno. Come vedo Juventus-Napoli? Spero di vederla, ho 4 ore di viaggio, ma penso che il Napoli vorrà rifarsi per confermare il bel campionato fatto, ma la Juventus ha recuperato terreno e cercherà di continuare”

SALVIO IMPARATO

489

Pescara-Juve Stabia, lo schema da calcio di inizio di Zeman subito in gol (VIDEO)

Nel rocambolesco 2-2 di Pescara-Juve Stabia, lo schema da calcio di inizio di Zeman, eseguito dal Napoli di Spalletti, va subito a segno

il video dello schema da calcio di inizio di Zeman che ha portato il secondo gol del Pescara

Partita nel segno di Zeman, Pescara-Juve Stabia. La squadra del Boemo gioca una partita da goleada, solo la fortuna salva le vespe di Pochesci che ammette – <<È un 2-2 che va stretto al Pescara>> – non solo per gli errori sotto porta del tridente biancoazzurro, ma anche per il gol incomprensibilmente annullato dall’arbitro. Una partita che poteva avere un altro epilogo per gli uomini di Zeman, ma nonostante tutto e per il poco tempo avuto dal tecnico di Praga, si sono visti tante idee zemaniane, addirittura gol da calcio di inizio con lo storico schema 0-8-2 eseguito anche dal Napoli di Spalletti. Infatti Zeman ammette – <<Per quello sono contento, lo provo da vent’anni e ho fatto pochi gol!>> – accennando un sorriso che non cancella l’amarezza per il risultato beffardo.

Le parole di Zeman dopo Pescara-Juve Stabia

SALVIO IMPARATO

667

Zeman: “Il mio schema da calcio di inizio fatto dal Napoli di Spalletti? Serve anche per impaurire!” (VIDEO)

Dopo la conferenza di presentazione a Pescara, abbiamo chiesto a Zeman del suo schema da calcio di inizio fatto dal Napoli di Spalletti.

Ha fatto il giro del mondo la foto del lo schema da calcio di inizio, fatto dal Napoli di Spalletti, che è praticamente il suo. Ci racconta come e quando nasce?

Zeman e il suo schema da calcio di inizio eseguito dal Napoli di Spalletti

“Lo hanno fatto in tanti, poi bisogna vedere se sanno perché lo fanno. È difficile spiegare, ma comunque ho sempre visto che durante il calcio di inizio i giocatori delle due squadre sono giù ad allacciarsi le scarpe o a guardare i parenti in tribuna e quindi bisogna subito approfittare dell’impreparazione in quel momento dell’avversario. Bisogna buttarsi tutti approfittando degli spazi liberi e poi è anche per far spaventare l’avversario che si sente immediatamente aggredito. Lo faccio fare alle mie squadre dalle giovanili del Palermo e abbiamo fatto anche un pò di gol, uno ne facemmo pure con la Salernitana venti anni fa o forse più.”


SALVIO IMPARATO

881

L’auto di Zeman rigorosamente targata 4-3-3

È stato il giorno del ritorno di Zeman a Pescara. È spuntato un curioso particolare all’Hotel Ekk. L’auto di Zeman targata 4-3-3

Ormai è storia nota a tutta l’Italia calcistica, il legame di Zeman con il suo modulo insostituibile. Ovviamente stiamo parlando del mitico 4-3-3, modulo mai tradito e mai rinnegato. Oggi al termine della presentazione all’Ekk Hotel di Pescara, un curioso particolare è stato notato e condiviso dai giornalisti presenti. L’auto di Zeman, la nuova volkswagen id 3 rigorosamente targata 4-3-3. Il post con foto è apparso sulla famosa pagina dedicata al Maestro Boemo, GruppoZeman.com.

SALVIO IMPARATO


519

Zeman Ter, domani il Boemo a Pescara per la firma e l’allenamento

Zeman-ter terza volta

L’attesa è finita, Zeman Ter a Pescara è questione di ore. Il Maestro Boemo è atteso domani in mattinata per i dettagli.

Manca una manciata di ore e l’attesa di molti tifosi e amanti del Boemo, che avevano perso le speranze di rivederlo in panchina, finirà. Zeman Ter è in dirittura di arrivo, Sdengo è atteso domani mattina a Pescara per la firma con la società. Alle 15 è anche previsto il suo primo allenamento, dopo il quale dovrebbe esserci la presentazione, ma è ancora tutto da confermare. Le conferme sono arrivate poco fa in un diretta telefonica con Sebastiani a Rete8, ecco di seguito alcune sue parole.

“Zeman non ha certo bisogno di presentazioni, non ho nessun problema con lui, accetto la scelta di Delli Carri. Per me questa squadra è forte e mi sarebbe andato bene chiunque avrebbe ridato linfa a questo gruppo che non è mai stato davvero dominato sul campo da nessuno”

SALVIO IMPARATO

516

Rete8: “Avanza Zeman per il dopo Colombo a Pescara” (VIDEO)

Secondo Massimo Profeta, di Rete8 Sport, Zeman sarebbe in pole per ritornare sulla panchina del Pescara. I dettagli nel video di Rete8.

A Pescara, racconta Rete8, avanza Zeman. Secondo le indiscrezioni raccolte da Massimo Profeta, il Boemo avrebbe addirittura incontrato il Ds Delle Carri per dare con entusiasmo la sua disponibilità a tornare sulla panchina del Delfino. Ad oggi ancora nessuna smentita, quindi il popolo zemaniano può sognare il ritorno nella piazza del miracolo del 2011-2012. Questa volta subentrerebbe in Lega Pro, dove l’anno scorso sfiorò un altro miracolo con il Foggia, dove militava l’attuale ala biancazzurra Davide Merola, che il Boemo definì il nuovo Baiano.

Come spiega Rete8 Sport, per l’attuale tecnico Colombo sarà decisiva la prossima trasferta. Sabato 25 febbraio infatti, il Pescara sarà ospite dell’Audace Cerignola. A quanto pare non basterà un pareggio a Colombo per salvare la panchina.

Salvio Imparato

529

L’ultimo bacio del serbo a Zeman. Addio a Mihajlovic (VIDEO)

L’ultima apparizione di Sinisa Mihajlovic è stata alla presentazione dell’autobiografia di Zeman “La Bellezza Non Ha Prezzo” a cura di Andrea Di Caro. L’allenatore serbo si era presentato a sorpresa alle spalle del boemo che non ha saputo nascondere la sua emozione.

Roma 1 dicembre 2022, Zdenek Zeman si accinge a parlare della sua biografia, incalzato da Andrea Di Caro, quando alle sue spalle a sorpresa appare un magrissimo Sinisa Mihajlovic. Non è voluto mancare, nonostante le sue condizioni di salute, alla prima uscita del suo amico e stimato allenatore boemo in promozione del suo ultimo libro. Queste le parole più significative di Sinisa Mihajlovic alla libreria Libraccio di Roma:

“Non ha vinto trofei sul campo ma in realtà ha vinto molto più di quelli che hanno vinto. Ha valorizzato tanti giocatori, facendo divertire i tifosi e portando qualcosa di nuovo in Italia. Prima del suo arrivo in Serie A si giocava per non perdere, dopo le cose sono cambiate. Ha lasciato un segno”

La foto dell’ultimo bacio di Mihajlovic a Zeman di Salvio Imparato (gruppozeman e zemaniano.com)

Eri venuto da solo, con le sue gambe a fare una sorpresa al Boemo e ad omaggiarlo con la tua presenza. Molto provato dalla malattia, ma sembrava una fase obbligata delle cure, che tutto sarebbe tornato a posto presto ed ero felice di essere riuscito ad immortalare questa bellissima immagine ed ascoltare le tue parole… Addio Sinisa così come mi hai emozionato così mi addolora questa bruttissima notizia. Riposa in pace 🙏🏼💔

SALVIO IMPARATO

584

Acr Messina, può arrivare Zeman con Pavone, ma il Boemo è scottato

L’interesse dell’Acr Messina è concreto. Sciotto vuole portare il duo Zeman e Pavone sulle rive dello stretto. Ma il Boemo è ancora scottato da come è finita l’avventura con il Foggia.

All’Acr Messina il sogno e la voglia di portare Zeman e Pavone in città sembrano grandi. L’interesse è davvero concreto e già una parte della piazza sogna, tant’è che è spuntata una lettera per il tecnico di Praga. I diretti interessati hanno già ha avuto la proposta, ma pare che Zeman abbia declinato. È ancora troppo scottato per come è finita la sua avventura a Foggia e vorrebbe riflettere bene per allontanare lo scetticismo e la paura di ritrovarsi, dopo i soliti proclami, in una situazione simile a quella vissuta con Canonico.

Zeman non vuole più sbagliare e non vuole fidarsi dei facili entusiasmi che finiscono poi per dissolversi. Nelle sua storia se ne contano tanti e quindi spetta a Sciotto mostrare intenzioni serie e un programma chiaro su come vuole fare calcio per convincere il Boemo e anche Pavone. Perché una cosa è certa il duo di Zemanlandia è più unito che mai a continuare insieme, la voglia di ricreare quello che fu è aumentata, ma c’è bisogno di una società seria e carta bianca.

SALVIO IMPARATO

373

Zeman-Foggia-Pescara, c’è da attendere almeno 10 giorni.

Il futuro di Zemanlandia passa per l’asse Zeman-Foggia-Pescara, sembra esserci una scadenza dopo la quale il Boemo sarà libero di scegliere.

A breve sapremo come finirà l’enigma Zeman-Foggia-Pescara. Se il Pescara è davvero interessato ad avere Zeman sulla panchina dovrà attendere ancora 10 giorni. Questo è il termine con il quale Zeman, se dovessero allungarsi i tempi per il passaggio di consegne alla proprietà del Foggia, può decidere di firmare con un altro club. Il boemo è in parola con Pavone e il gruppo Fortore di Salandra. Il gruppo ha formalizzato in queste ore, l’offerta a Canonico e alla Pintus. L’intenzione è di rilevare i Satanelli con alla guida lo storico duo di Zemanlandia, autore di un’ottima stagione in base all’organico messo a disposizione.

La soluzione del rebus Zeman-Foggia-Pescara, passerà per questi 10 giorni in cui il tecnico di Praga si è promesso al suo fidato Ds e ai nuovi possibili acquirenti. Non è certo che il Pescara vorrà attendere ancora e il rischio per Zeman di restare senza panchina è alto. Ma si sa, per il Muto la parola data è sacra.

SALVIO IMPARATO

326