Totti rinuncia al corso di allenatore. L’Aiac: “Campione anche fuori dal campo








Non è stata una bocciatura, la strada per diventare allenatore per il Pupone è stata interrotta volontariamemte, per i troppi impegni ha lasciato il posto a Perrotta. Questo il comunicato dell’Aiac: “Totti ha dimostrato anche fuori dal campo di essere un grande campione: impossibilitato a frequentare assiduamente il corso, nel rispetto dei compagni, dei docenti e degli organizzatori ha rinunciato, ci auguriamo momentaneamente, alla possibilità di diventare un mister. Il presidente Aiac Lazio, Sergio Roticiani, il responsabile del corso, Fabio Lozzi, e il docente federale di tecnica e tattica calcistica, Biagio Savarese, seppur dispiaciuti della decisione di Totti, si augurano di poterlo in futuro ritrovare tra i banchi”.

Salvio Imparato



[contact-form][contact-field label=”Nome” type=”name” required=”true” /][contact-field label=”Email” type=”email” required=”true” /][contact-field label=”Sito web” type=”url” /][contact-field label=”Messaggio” type=”textarea” /][/contact-form]

Zeman: “Il Var non mi piace e auguro a Totti di divertirsi in altro modo”

 

A Coverciano per un incontro tra arbitri e allenatori di lega B, Zdenek Zeman dice la sua sull’introduzione della nuova tecnologia di supporto agli arbitri, e approfitta per fare gli auguri a Francesco Totti



Sul Var

«Non la giudico positivamente. Il calcio è un gioco, si sbaglia, sbagliano i calciatori, possono sbagliare anche gli arbitri e quello che è umano è giusto». «Penso che gli arbitri di serie B sono contenti perché quest’anno ci sono meno espulsioni, meno ammonizioni quindi loro si sentono migliorati – ha aggiunto il tecnico del Pescara – Gli arbitri sono giovani, hanno possibilità di crescere e poi se sbagliano, sbagliano tutti, perché i regolamenti sono chiari ma le interpretazioni sono diverse. Loro cercano di adeguarsi a fare tutti la stessa cosa, la più positiva possibile».

Sul Pescara

«Noi siamo una squadra giovane e cerchiamo di imparare – ha concluso – Non è facile, non giochiamo in questo momento il calcio che ci piacerebbe ma stiamo lavorando per quello. Stiamo facendo pareggi strani, nel senso che siamo stati sul 2-0, sul 3-0, solo l’ultimo è stato uno 0-0. E’ strano, di solito le mie squadre giocano con maggiore equilibrio una volta andate in vantaggio di più reti».

Su Totti

«Gli auguro di divertirsi in altro modo, anche se per ora un altro modo non lo vedo».

 

Salvio Imparato




[contact-form][contact-field label=”Nome” type=”name” required=”true” /][contact-field label=”Email” type=”email” required=”true” /][contact-field label=”Sito web” type=”url” /][contact-field label=”Messaggio” type=”textarea” /][/contact-form]