Lopez si vergogni. Zeman unico a salvarsi con la peggior difesa

Lopez, il tecnico del Brescia, alla vigilia della sfida contro la Fiorentina ha rilasciato delle dichiarazioni non proprio eleganti nei confronti dello storico collega, IL MAESTRO Zdenek Zeman.

Non si può essere teneri con un tecnico che si conosce solo per il legame forte che ha con il presidente Cellino. Si può dire benissimo che Lopez fa parte della categoria degli allenatori, ex giocatori, raccomandati e coccolati da presidenti ed amici dei giocatori. Uno dei motivi per cui il calcio italiano non evolve è la presenza di questi personaggi che oltre a non “allenare” non gravano sui bilanci delle società lavorando anche e quasi gratis. Avessero la decenza almeno di tacere e non nominare invano e con poco rispetto allenatori con la A maiuscola come Zeman.

LE PAROLE DI LOPEZ SU ZEMAN

 «Se giocheremo alla Zeman? Che Vuol dire alla Zeman? Vuoldire retrocedere subito: ci giochiamo tutto, non possiamo giocarci alla come viene viene». 

PAROLE VERGOGNOSE ED ERRATE. ZEMAN UNICO IN ITALIA A SALVARSI CON LA PEGGIOR DIFESA

Se proprio vuole esprimersi sul calcio zemaniano, Lopez dovrebbe studiarlo e aggiornarsi. Perché in primis il calcio di Zeman è tutto fatto di automatismi, schemi e preparazione per nulla lasciato al caso. Dimostra non solo di non conoscerlo tecnicamente, ma di non conoscere la sua storia e il modo in cui ha raggiunto salvezze, promozioni e risultati. Il Licata, il Messina, il Foggia e il Pescara squadre di provincia che hanno fatto spettacolo e miracoli e suon di gol con un calcio mai visto prima, non sono frutto del caso, ma del lavoro tanto lavoro. Il suo Lecce del 2004-2005 ha raggiunto lo storico record punti in A del club ed è l’unica squadra ad essersi salvata con la peggior difesa e il secondo attacco del campionato, subito dietro la Juventus di Capello. Il Brescia di Lopez ha solo 16 punti in classifica, pensi a lavorare e non parlare a sproposito. Le gesta di Zeman meriterebbero altre parole e un’altra mentalità che in Italia dimostra di essere sempre più arretrata e se Zeman in alcune piazze ha fallito è stata sempre stata colpa di quest’ultima, messo sotto contratto per creare sensazionalismo e senza sposare la sua rivoluzionaria visione.

SALVIO IMPARATO