Candela: “Zeman era il top a livello di preparazione”

De Rossi è il capitano, dà l’esempio. Arrivare qualche giorno prima è fantastico, Daniele per questo è un professionista vero, parla anche con i giocatori. Io l’ho conosciuto che era piccolino e già era affidabile e responsabile, è un grande segnale e un esempio per i ragazzi nuovi. Per un tecnico è fantastico avere già quasi tutta la rosa a disposizione, il ritiro è importante perché ti permette di creare un gruppo. I miei ritiri? Ho un po’ litigato con Zeman (ride, ndr), però nelle sue due stagioni ci siamo divertiti con più facilità, a livello di preparazione era il top. La Roma che sta nascendo? Prima di giudicare, bisogna vederli in campo. Sono giocatori di prospettiva, abbiamo visto Cristante che è un grande giocatore. Penso che la Roma stia facendo le cose bene, hanno preso giocatori di talento con i quali bisogna lavorare, l’anno scorso è stato un anno molto buono. Di Francesco, anche se è arrivato dal Sassuolo, ha fatto molto bene, è un tecnico coerente e con questa qualità già si è guadagnato il rispetto del gruppo. Potrà anche sbagliare delle partite, ma diventerà un grande allenatore. Nel primo anno alla Roma ha fatto benissimo, io mi aspetto ancora di più. Pastore? Acquisto giusto, nella Roma mancava un po’ di fantasia, guardate il Mondiale che stiamo vivendo, c’è poca qualità. Pastore sono un paio d’anni che gioca di meno, ma è un giocatore cresciuto e può essere la chiave giusta per fare il salto di qualità a centrocampo. Pastore mezzala? Può partire in quel ruolo, ma dopo sarà libero di svariare, per me è importante che lui stia bene, può giocare dove vuole”.

SALVIO IMPARATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *