Zeman: “Siamo ancora tanti, fare allenamento 13 contro 13 non facilita gli automatismi” (VIDEO)

In vista del match esterno contro il Cittadella, Zeman parla della sfida e si sofferma, come sempre, sui miglioramenti che deve fare la sua squadra per il salto di qualità.

“Bovo, Elizalde, Baez e Proietti non ci saranno, Perrotta nemmeno perché squalificato. Sul tridente ipotizzabile dipende da diversi fattori e da ciò che vogliamo fare noi, aspettare l’avversario o attaccare subito. Falco e Capone sono tecnicamente superiori agli altri. Sul Cittadella i numeri dicono che giocano meglio fuori casa perché hanno più spazi. Giocano sui movimenti offensivi e li fanno molto bene. Pettinari è a disposizione, si impegna sempre ma, negli ultimi tempi, non ha trovato il gol che tutti ci aspettiamo”.

SU SEBASTIANI

“E’ normale che ci siano interessi economici: è più facile vendere giocatori come Benali e Zampano. In un tutte le società ci si confronta con l’allenatore. Per me siamo comunque ancora tanti in rosa: in allenamento giochiamo 13 contro 13, è difficile cosi”.

SULLE PAROLE DI VALZANIA

“Io credo che tutti i miei giocatori si sentano tutti bravi. Nessuno è inferiore o sottovalutato nella squadra”.

PALLA NEGLI SPAZI E NON SUI PIEDI

“Noi, dall’inizio dell’anno, abbiamo il solito problema: giochiamo sul piede e non sullo spazio. Spero che riusciremo a migliorare, se non ci proponiamo è difficile arrivare negli ultimi venti metri”.

SU MACHIN E BRUGMAN

“Per me è una mezzala sinistra ma al momento c’è Brugman. Arriverà il suo momento”. Su Brugman: “Io voglio che faccia scorrere il gioco e che costruisca. Negli ultimi tempi non è cresciuto però”, chiude Zeman.

https://www.youtu.be/5MkMghJxRl4

SALVIO IMPARATO

Seguici e metti Mi Piace:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *