De Laurentis conferenza stampa live: “Ottavo anno a Dimaro, quest’anno dal 10 al 30 luglio”

Apre la conferenza stampa di presentazione della stagione 2018-2019 il presidente Aurelio De Laurentiis

“Vi ringrazio per essere venuti così numerosi. Questo sarà il nostro ottavo anno, è un’amicizia consolidata che ci auguriamo che vada avanti. Ad ottobre ci saranno le elezioni del Presidente, visto che Rossini è in scadenza di mandato, e cercheremo un accordo. Abbiamo anche un piede in Cina, dove ci stanno costruendo un albergo da 12 piani e uno stadio da 60mila posti. I cinesi sono propositivi ma vanno per le lunghe, se ci dovesse essere questa possibilità partiremmo per andare in Cina e poi raggiungeremmo Dimaro. Perchè, prima dell’inizio delle competizioni, non si può andare a fare il circo. I soldi sono importanti, ma lo sport non deve risentirne. Per il 4 agosto ci siamo assicurati un’amichevole importante contro il Liverpool, finalista di Champions League”

“Invito le famiglie a venire in Trentino perchè questo è un posto attrezzato in termini sportivi ma anche ludico-familiari. Laddove dove dovessimo fare questo accordo quinquennale, partirebbe una collaborazione per un family style del ritiro estivo”.

“Noi informeremo i giornalisti di quello che stiamo facendo, però bisogna fare una sorta di video editoriale per poi gestirlo su tutti i siti, così come su televisioni e giornali. Dovremo cercare, tramite Sarracino e Formisano, un meeting tra i giornalisti, così nessuno s’inquieta e tutti hanno notizie”.

Rossini

“Il rinnovo dell’accordo annuale col Napoli è una grossa opportunità per il Trentino. Siamo cresciuti molto, la scorsa estate ci sono stati 70mila turisti. Abbiamo investito su piste ciclabili, ma anche su altre infrastrutture”.

Rizzi (presidente Atp)

“Io c’ero dal primo ritiro del Napoli a Dimaro. In tutta la Val di Sole, in estate, sono vestiti tutti di azzurro. Vengono da tutte le parti d’Italia e questa è la nostra forza. Sarà un’estate molto impegnativa, perchè avremo anche una tappa del Mondiale di mountain bike il weekend precedente all’arrivo della squadra. Le Atp sono aziende per il turismo, privatizzate. Viviamo di tassa sul turismo e, per forza di cose, con questi soldi offriamo servizi al turista. C’è una card, gratuita, che permette ai vari turisti di spostarsi per il Trentino. Vi invito in Val di Sole, mettiamo a disposizione, tutto quello che noi viviamo per un anno intero, per 20 giorni”.

De Laurentiis

“C’è anche l’idea di portare il campo di Carciato a 3-4mila posti, creando lo spazio per le telecamere che ci permetteranno di giocare lì anche di sera, evitando di spostarsi a Trento”.

Rizzi

“Le amichevoli sono, sicuramente, 3 ma c’è la possibilità, per tradizione, di farne 4. Dal prossimo però c’è l’idea di organizzare un camp per i bambini”.

De Laurentiis

“A Napoli si mangia top, top, top, ma anche in Trentino e questo ai nostri tifosi non dispiace”.

“E’ falso che Mazzarri e Benitez se ne siano andati perchè non andavano d’accordo con me. Il primo voleva andare alla Juve ed io lo obbligai a restare per 2, Rafa invece aveva problemi di lontananza con la famiglia. Vi voglio ricordare che arrivammo quinti, e non terzi, per aver sbagliato qualche rigore. Il sig. De Laurentiis ha avuto e creato anche dei campionissimi che ci hanno invidiato le grandi squadre. Tutte le pedine, che abbiamo avuto in questi anni, sono state utili. La società è l’elemento portante in ogni attività”.

“Avete un sempre un modo soggettivo di interpretare il calcio, una società con un presidente come me è personalizzata perché il calcio è complesso la palla va a destra e sinistra e non si sa cosa può succedere e ancora dobbiamo stabilire cosa è lecito o illecito”

“Sarri, visto il suo passato, non si può lamentare dei 3 anni passati qui, magari gli saranno servito per migliorare. Noi cerchiamo, da persone perbene quali siamo, di condurre la nostra azienda nel miglior modo possibile, divertendoci. Il sig. Sarri ha avuto una bellissima esperienza qui, ci ha dato dei grandi risultati e mi auguro che rimanga. Questi 3 anni con noi credo che gli siano stati utili per fare un salto di qualità esperenziale. Mi piacerebbe continuare a ricavare dei risultati sportivi sempre maggiori, ma non dipendono dai calciatori che costano più sul mercato. Non è così che si risolvono i problemi, perchè abbiamo dimostrato di saper rivalutare, leggi Callejon, calciatori che giocavano poco nelle squadre blasonate”.

“Napoli è una città difficile, così come le amministrazioni locali. Quel fesso di Auricchio ha rinunciato ai soldi del credito sportivo, mi ha detto che i lavori si faranno a settembre, ottobre quando noi dovremo giocare la Champions. I lavori devono cominciare dal 21 maggio, dobbiamo remare tutti dalla stessa parte”

“Quest’anno, purtroppo, non siamo riusciti ad essere continuativi perchè abbiamo fatto il preliminare di Champions League e la benzina si è esaurita. Napoli fregato dalla Juve? Tesoro mio, innanzitutto vediamo se riusciamo domenica e la prossima. In tal caso potremo dire “ma ce l’avevamo o no 8 punti in più?”. In quel caso diremo strunz a chi ha creato questo casino”.

“Se lo incontro (Sarri) la prossima settimana, vi dico io altrimenti facciamo un ca*****io inutile”.

“Cosa hanno in comune Napoli ed il Trentino? Il senso dell’ospitalità. Poi sul vino ci siamo trovati ad un bel crossing”.

“Attaccante da 20 gol? E’ una prima punta, l’abbiamo presa ma dobbiamo ancora verificarla. Se comporta un addio di Insigne, Callejon o Mertens? No, questi sono seconde punte o tornanti. Amichevoli a Dimaro? S’inizia sempre con i boscaioli..”.

Menghini

“Abbiamo ricevuto il finanziamento per l’impianto di illuminazione e cercheremo di essere pronti già da quest’anno. Ringrazio tutti e non posso che dire: a presto. Sono contento di questo arcigno connubio tra Dimaro e Napoli”.

Seguici e metti Mi Piace:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *