Auguri Zeman, tripudio di affetto per il Maestro che manca alla gente.

Un’ondata di post e dediche a tema Auguri Zeman, in occasione dei 74 anni dell’allenatore Boemo. Tutta Italia celebra il maestro.

Per capire meglio il fenomeno Zemanlandia basta osservare quante persone di tutte le età hanno avuto un pensiero social per recapitare al Boemo un “Buon compleanno Mister/Maestro”. Non sono stati però dei semplici post di auguri Zeman. Ma delle vere e proprie forze di gratitudine per il passato e un’inconsolabile mancanza nel presente. Eh si alla gente manca Zeman, ieri e i giorni che precedevano il compleanno, tre petizioni da Foggia, Ferrara e Pescara, hanno preso il volo per coltivare il sogno di rivedere il Muto in panchina. In questi gesti si respira forte che 4 anni sono davvero tanti senza una squadra targa ZZ433.

EMOZIONI TARGATE ZEMAN

Le emozioni che ha regalato questo grande uomo di calcio, sono dure a svanire. Resta infatti unico nel suo genere questo fenomeno legato ad un tecnico di calcio e resiste al tempo. Forse perché è accompagnato dall’onestà e la verità che ha messo al servizio delle sue idee e del pubblico. Poi non sarà stato il primo teorico del calcio, ma ha innovato e costretto a cambiare il corso della storia della didattica. A Coverciano quando si studia la fase offensiva si studia Zeman.

È stato il primo ed unico a salvarsi in A con la peggior difesa, ma a suon di gol di tridende, mezzeali e terzini. Una lezione unica che l’Italia fatica ad imparare. Mentre il calcio europeo conferma che la strada perseguita da Zeman era giusta già trenta anni fa, qui sembra ancora lontano il giorno in cui gli si dia atto che avrebbe meritato di più dell’etichetta di bello e perdente.

Ma per fortuna c’é un popolo zemaniano fatto di pagine e gruppi a lui dedicati. Il Gruppo Zeman da cui nasce questa testata e la pagina, Zemaniani Convinti, Zeman Nel Segno del 4-3-3, il più recente Da Zdenek a Karel Zeman, la pagina Zemanlandia e lo storico sito Zeman.org. Per non dimenticare i libri e i documentari che ha ispirato. Insomma poco importa se il Sistema, come a lui piace chiamarlo, lo snobba e qualche suo amato campioncino dimentica di celebrarlo via social. Tanto ci siete voi, c’è la gente e a quella Zeman manca davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *