ISS, Brusaferro: “Letalità del coronavirus, senza patologie pregresse è allo 0,8%”

Durante l’odierna conferenza del presidente dell’ISS, c’è un nuovo aggiornamento dei dati sulle cartelle esaminate.

La comorbilità, la coesistenza di piu’ patologie diverse in uno stesso individuo, e’ uno “degli elementi importanti”. Elemento che si riscontra nelle persone che sono decedute. Lo dice il presidente dell’Istituto Superiore di Sanita’ Silvio Brusaferro nella conferenza stampa nella sede della Protezione civile.

Tra le persone decedute “il 48,5 per cento ha tre o piu’ patologie, il 25,6% ne ha due, il 25,1% ha una patologia, mentre solo lo 0,8% ha zero patologie”.

Questi dati precisano l’ultimo bollettino del 16/03/2020 sul sito dell’Iss (Istituto Superiore Di Sanità). In cui la letalità su 1697 soggetti deceduti, complessivamente è stata segnalata almeno una comorbidità. Cioè quelli con una sola patologia pregressa, nel 68,3% dei casi. Patologie cardiovascolari, patologie respiratorie, diabete, deficit immunitari, patologie metaboliche, patologie oncologiche, obesità, patologie renali o altre patologie croniche.

SALVIO IMPARATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *