Serie D, Lavello primo. L’ultima volta di uno Zeman in vetta nel 2012

Con la vittoria per 3-0 contro la Puteolana, il Lavello è in vetta nel suo girone di serie D. Prima volta per Karel e l’ultima volta di uno Zeman in vetta fu proprio a fine gennaio 2012.

Vittoria schiacciante del Lavello sulla Puteolana. Un 3-0 con spettacolo, gol di Herrera e poi i gol di Liurni e Giunta. Karel sembra non aver ereditato solo il cognome da papà Zeman, ma anche il marchio di fabbrica dei risultati con il bel gioco .E così il Lavello vola in vetta nel suo girone di serie D. Il caso vuole che l’ultima volta di uno Zeman primo in classificafu a fine gennaio 2012. Il Pescara di Zeman superò il Crotone di Drago per 1-2, fuori casa e senza Insigne in una serata gelide. Speriamo che questo dato porti bene al Lavello e a Kare Zeman, ecco le sue parole dopo il match.

Prima volta in vetta

“E’ meraviglioso, perchè premia tutti gli sforzi fatti. In primis dalla società e poi da un grande gruppo che sta lavorando con qualità e grande volontà. In alcuni frangenti, sull’uno a zero, siamo stati imprecisi ma bisogna anche dire che in altre circostanze è stato bravo il portiere avversario. Penso che i gol potessero essere anche più di tre oggi, però vincere tre a zero in questa categoria e in questo girone e recriminare mi sembra un pò troppo, dobbiamo goderci la vittoria ed essere felici di quanto fatto in campo.”

La rosa del Lavello

“La rosa è composta da 22 calciatori più o meno tutti allo stesso livello. Penso ad esempio a Giunta che ha avuto un problemino in settimana ma l’ha brillantemente superato ed ero certo che potesse tornare ai suoi livelli, così come può crescere tutto il gruppo. Rispetto al Fasano, gara in cui ci siamo riposati per tutto il primo tempo, contro la Puteolana abbiamo rischiato qualcosa nei primi 10-15 minuti poi la squadra ha giocato un bel calcio. Alti ritmi e con maggiore aggressività, spero di rivedere tutto questo anche la prossima partita. Da domani ripartiamo. Spero che chi ha giocato tutta la gara non sia troppo stanco, altrimenti sarà una giornata un pò interlocutoria e vedremo venerdì e sabato come preparare al meglio la prossima sfida contro il Gravina”.

SALVIO IMPARATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *