Foggia-Juventus ’93, Zeman: “Vorrei essere trattato sul campo da Juve”

In questo video amarcord di Foggia-Juventus di 25 anni fa, c’è il modo di raccontare il calcio che non c’è più e le solite polemiche che contraddistinguono ancora oggi i post partita della Vecchia Signora. 

Era il 13 settembre 1993 e a Zemanlandia andava in scena la terza Foggia-Juventus dell’era Boema. La prima andò in scena al San Nicola di Bari, davanti ad una bellissima cornice di pubblico, nel settembre 1991 e il Foggia perse immeritatamente 0-1 con un gol in fuorigioco di Schillaci, aspramente criticato da Zeman nel video qui .

Mister fa più male una sconfitta firmata Schillaci?

“Fa più male una sconfitta con un gol irregolare. La squadra ha fatto quello che poteva e non è poco. Purtroppo è stata punita da un errore arbitrale.”

Allo Zaccheria invece dopo l’impresa della stagione precedente, in cui i Satanelli superarono la Juventus per 2-1, ecco servito il primo sfavore al Piccolo Diavolo. Verticalizzazione centrale di Stroppa per l’olandese Roy, che da ala sinistra esegue una perfetta diagonale insaccando sul secondo palo di Peruzzi. Gran bel gol e classica azione Zemaniana, ma tutto vano l’arbitro Amendolia annulla. Il grande Beppe Capano della Rai iniziò il suo servizio proprio raccontando, come meglio non si può, quell’episodio.

“Non sapremo mai che partita avrebbe regalato oggi zemanlandia ai suoi fedeli, se dopo 120 secondi, quando Trapattoni aveva avuto appena il tempo di carburare il mitico fischio, l’arbitro Amendolia non avesse annullato, per presunto fuorigioco, la prodezza con la quale Roy trasforma in gol un delizioso assist di Stroppa. Forse non sapremo mai perché nemmeno con l’aiuto della moviola di Zuccalà. Sappiamo però quello che Zeman ha pensato in quel momento e detto a fine partita” 

Ed ecco che appare un corrucciato Zeman. Il Boemo grida a bassa voce la volontà di non essere sempre penalizzato ogni volta che incontra la Vecchia Signora.

“Vorrei una volta essere trattato sul campo da Juventus.  Non ci riesce sempre. Sul piano di gioco non discuto. La Juve è la Juve, può fare gol in qualsiasi momento e hanno avuto le loro occasioni, ma noi abbiamo fatto gol – due gli ricorda ancora Capano – eh due!”

Insomma per la Juventus era sempre dura affrontare il Foggia di Zeman tanto che Vialli e Tacconi ne lodavano spesso le gesta. Da queste grandi imprese è cresciuto il mito di Zeman e della sua Zemanlandia, diventata ormai, come Itaca, una patria sempre più difficile in cui far ritorno. Forse non è più tempo di gradoni e denunce. Meglio non disturbare la Vecchia Signora  e giocatori che non amano il lavoro duro, anche se questo vuol dire rinunciare alla valorizzazione di tanti giovani talenti italiani.

SALVIO IMPARATO

Seguici e metti Mi Piace:
error0

Una risposta a “Foggia-Juventus ’93, Zeman: “Vorrei essere trattato sul campo da Juve””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *