Zeman: “Dobbiamo pensare a far gol, non preoccuparci di non subirli”

Le parole di Zdenek Zeman

nella sala stampa del Tardini, in cui pur contento per i tre punti, manifesta la sua insoddisfazione per il gioco espresso

Risultato giusto?:

Io penso che abbiamo fatto qualcosa in più in fase offensiva, anche se la partita non aveva grande ritmo: né noi né loro abbiamo fatto molto movimento”

La classifica è ancora tutta da capire:
“Penso sarà così a lungo, il campionato di B si decide negli ultimi due mesi. Per ora c’è grande equilibrio, vedremo chi riuscirà a spezzarlo”.

Oggi aveva in campo diversi giocatori nati nei ’90. Quanto è difficile affrontare la B con dei ragazzi così giovani?

“Io mi diverto, questi ragazzi hanno bisogno di tempo per adeguarsi al campionato di B”.

Come si spiega il fatto che ci sia stato poco ritmo?

“Noi siamo preoccupati, non riusciamo a giocare con la mente libera. Ci preoccupiamo di non prendere gol: è una mentalità sbagliata”.

Hai visto il Parma che ti aspettavi?

“Me lo aspettavo così. Sapevo che il Parma aveva dei problemi in fase offensiva”.

Tenere i tre attaccanti alti sui calci d’angolo gialloblu è una sua abituale tattica o è una contromisura voluta per arginare le abilità del Parma sulle palle inattive?

“Non è abituale, ma ho analizzato i loro calci d’angolo: loro vanno a saltare in sei, due li tengono in area e uno calcia. E quindi sono nove. Per tenerne fuori quattro loro, ne ho tenuti su tre nostri. Anche perché quei tre non la prenderanno mai di testa (ride, ndr)”.

Seguici e metti Mi Piace:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *