Insigne e Immobile i top player della cantera Zemanlandia

Devono tanto al Boemo e all’esperienza Pescarese, tanto che anche essendo i match winner dei rispettivi Big Match, allo Juve Stadium e all’Olimpico, contro Juventus e Roma non fanno a meno di ringraziare il loro Maestro Zdenek Zeman e ricordare la bellissima e vincente stagione di Pescara. Il calcio italiano si interroghi invece di emarginare chi da anni regala spettacolo e campioni alla nazione. Ecco le parole dei due top player della cantera Zemanlandia

 

INSIGNE

 

Lui (Zeman) mi aveva voluto a tutti i costi già a Foggia e io avevo accettato al volo la sua chiamata, perché sapevo come lavorava con i giovani. Quell’anno ho fatto benissimo, segnando 18 gol. Poi sono rientrato a Napoli [dal prestito al Foggia] e Zeman non sapeva ancora dove avrebbe allenato nella stagione successiva. Io ero vicinissimo al Crotone, ma quando lui ha scelto Pescara mi ha chiamato perché mi voleva ancora ai suoi ordini accanto a Immobile e Verratti. E così abbiamo vinto il campionato. Ne abbiamo passate di tutti i colori a Pescara, è stato un anno fantastico – racconta Insigne -. Sono orgoglioso di aver giocato con loro perchè sono due grandi campioni e lo stanno dimostrando. Verratti nel suo ruolo è un fenomeno, ce ne sono pochi al mondo come lui”.

“Ritrovarsi tutti in nazionale significa che abbiamo continuato a fare bene dopo Pescara – continua Insigne-. Abbiamo dimostrato tutti di potercela giocare con campioni già affermati anche quando eravamo molto giovani e venivamo dalla Serie B. In nazionale siamo sempre insieme, seduti vicini negli spogliatoi, siamo grandi amici. Con Immobile parlo spesso napoletano, è la nostra lingua… Sono sempre contento di rivederli, perchè dopo Pescara ci siamo divisi, ci vediamo poco, ma la nazionale è il nostro punto di incontro. Ci raccontamo cosa facciamo con i nostri club e mi fa sempre piacere rivederli”

IMMOBILE

“Per me Pescara è stata una stagione incredibile – ha spiegato Immobile a UEFA.com -. Mi ha permesso realmente di entrare nel mondo dei professionisti. All’epoca sono riuscito a giocare quasi tutte le partite, segnando con continuità e tanto. Il merito è stato soprattutto di mister Zeman, che ci faceva giocare alla grande”

Salvio Imparato

[contact-form][contact-field label=”Nome” type=”name” required=”true” /][contact-field label=”Email” type=”email” required=”true” /][contact-field label=”Sito web” type=”url” /][contact-field label=”Messaggio” type=”textarea” /][/contact-form]

Seguici e metti Mi Piace:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *